NONNI E NIPOTI

Attori
ANISA
Orto Botanico di Brera

Destinatari
Gruppi familiari: nonni e nipoti

Il gruppo di progetto
Ideazione e progettazione
Bianca Maria Dell’Acqua e Cristina Moretti

Attuazione del progetto
Elena Breda: laboratorio di acquerello
Cristina Moretti: percorso in Pinacoteca
Bianca Maria Dell’Acqua: percorso sul territorio

Premessa
I nonni, nel corso degli ultimi decenni, hanno assunto un ruolo del tutto diverso, rispetto al passato, nei confronti dei nipoti. I nonni di oggi, per svariati motivi, costituiscono un solido e necessario riferimento nell’ambito della famiglia. Esentati, tuttavia, da compiti educativi diretti, possono concedersi il lusso di privilegiare il piacere rispetto al dovere, la fantasia  piuttosto che la razionalità, il gioco invece delle regole ed aiutare i bambini ad esprimere le loro potenzialità ricevendone in cambio affetto e complicità.

Finalità
Per questo particolare pubblico che unisce, in un legame di affetto e condivisione, due diverse generazioni il progetto offre nuove opportunità di apprendimento informale, da vivere insieme, in alcune importanti istituzioni museali della nostra città.

Obiettivo finale
Saper riconoscere alcuni alberi presenti nei dipinti della Pinacoteca, ritrovarli in natura e rappresentarli mediante la tecnica dell’acquerello. 

Fasi di lavoro
Il progetto prevedeva una visita alla Pinacoteca di Brera alla scoperta, attraverso un gioco, degli alberi rappresentati in alcune importati opere del museo e, successivamente, una visita all’Orto Botanico per un’attività creativa di acquerello.

Nel corso dell’attività di laboratorio in Orto i bambini sono stati guidati a cogliere le differenti caratteristiche degli alberi con osservazioni dal vero e attraverso una serie di immagini fotografiche per favorire il superamento degli stereotipi e per sollecitare la capacità di rilevare sia i particolari  sia il contesto ambientale delle varie piante.

I nonni, nel frattempo, hanno visitato l’Orto Botanico per preparare un’attività, da completare con i nipoti, in giardini e parchi della città.

 Strategie e strumenti
Il metodo si è basato sull’attivazione di strategie didattiche attive: il gioco, la conversazione guidata l’attività di laboratorio.

La proposta di pittura con la tecnica dell’acquerello intendeva sottolineare come l’arte  sia un linguaggio che può ampliare e potenziare, ad ogni età, le possibilità espressive dell’individuo.

Per la visita in Pinacoteca, nell’Orto Botanico e sul territorio è stato realizzato un libretto.