02/04/2020 > 05/04/2020 giovedì > domenica 09:00
Aeroporto Malpensa Aeroporto di Milano-Malpensa, 21010 Ferno VA, Italia Indicazioni

Vienna ‘900

MAK_VIENNA_ 40517759055_687d36fabb_b

Il mito asburgico e le architetture del ring
La grande stagione della Secessione viennese con le opere di Wagner, Klimt e Schiele
La mostra di Otto Prutscher

 

Giovedì 2 aprile: Le arti applicate nella Vienna del primo ‘900 e la mostra su Otto Prutscher

Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Milano Malpensa per il volo diretto delle ore 10.50 che arriverà a Vienna alle ore 12.20.
Trasferimento presso il Boutique Hotel Das Tigra (cat. ****), situato in pieno centro storico, per il deposito dei bagagli. Breve tempo a disposizione per uno spuntino libero.

Nel pomeriggio si comincerà con la visita del MAK (Museo di Arti Applicate), fondamentale istituzione dove le collezioni permanenti dedicate alla Wiener Werkstätte, all’Art Nouveau e all’Art Déco e ricche di pezzi in particolare di Josef Hoffmann e Koloman Moser (ma anche all’arte applicata in generale dal barocco ai giorni nostri) dialogano con esposizioni temporanee di altissima qualità.
La visita al museo infatti sarà dedicata anche all’importante esposizione su Otto Prutscher, designer poliedrico e artista a tutto tondo (oggetti in argento, in vetro, mobili – lavorò anche con la Thonet – e lampade, allestimenti, mostre, negozi, ristoranti e caffè, ville e appartamenti, grafica e tessuti), un uomo che ha incarnato perfettamente lo spirito della Vienna del primo ‘900.
Come guida eccezionale avremo il curatore della mostra, Rainald Franz.
Rientro in Hotel per la sistemazione nelle camere e cena in ristorante.

 Venerdì 3 aprile: Barocco e Secessione. La raffinatezza della Secessione, il barocco classicista della Karlskirche, le giocose case di Hundertwasser, la follia e il misticismo nella Kirche am Steinhof di O. Wagner

Dopo la prima colazione in Hotel, faremo una passeggiata nell’area compresa tra lo Stuben Ring e il Donaukanal, con visita dello splendido edificio della  Postsparkasse, capolavoro secessionista di Otto Wagner (1904-1906) e un’occhiata all’edificio Urania di Max Fabiani (1910). In seguito faremo un tour per vedere alcune delle più belle architetture della Secessione Viennese (ma non solo): le due case di Otto Wagner sulla Linke Wienzaile (Wienzeilehauser 1898-99, tra cui la Majolikahaus con splendide decorazioni in ceramica art nouveau); il celebre edificio della Secession di Joseph Olbrich (1898) di cui visiteremo anche l’interno per ammirare il famoso Fregio di Beethoven di Gustav Klimt (1902); le bellissime stazioni della Metropolitana di Karlsplatz sempre di O. Wagner (1894-98); la superba Karlskirche, capolavoro del barocco austriaco, progettata nel 1716 per l’Imperatore Carlo VI da Johann Bernard Fischer von Erlach ispirandosi al barocco romano, al Pantheon e alla Colonna Traiana.

Pranzo libero e pomeriggio a disposizione per visite autonome: tra le tante possibilità, una visita alla Hofburg (Palazzo Imperiale) o a qualcuno dei tanti prestigiosissimi musei del Museum Quartier (Kunsthistorisches Museum, Leopold Museum, ecc.).
Rientro in Hotel autonomo. Ritrovo in Hotel in serata in tempo utile per il trasferimento in pullman presso la Großer Saal del Musikverein per partecipare al concerto della Wiener Symphoniker con musiche di Wagner, Bruch e Richard Strauss, previsto per le ore 19.30. Cena in ristorante.

Rientro in Hotel per il pernottamento.

Sabato 4 aprile: “Ornamento e delitto” nel centro di Vienna. Il gotico del Duomo, il barocco dei palazzi e delle chiese. La “nuova oggettivita’” nella casa di Adolf Loos.

Prima colazione in Hotel.
In mattinata visita di alcune aree specifiche del centro storico. Il filo conduttore sarà la storia dell’architettura viennese dallo splendido gotico tedesco dello Stephansdom (sec. XII-XVI), all’esuberante barocco viennese dei palazzi nobiliari, delle chiese e della Pestsӓule (1693), allo storicismo eclettico di fine XIX secolo del Ring e del teatro dell’Opera (Staatsoper, 1861- 69), per approdare alla contestazione e all’azzeramento della decorazione (in realtà più teorico che effettivo) operato da Adolf Loos – l’autore negli anni ’20 del celebre e scandaloso saggio di architettura Ornamento e delitto – nella Looshaus (1910), manifesto della Nuova Oggettività (Neue Sachlichkeit), un vero schiaffo in faccia modernista all’opulenza imperial-regia della dirimpettaia Hofburg di Francesco Giuseppe. Senza tralasciare un’altra opera scandalosa (ma ormai quanto mai gradita ai viennesi): il recente complesso della Haashaus costruito da Hans Hollein (1985-90) proprio di fronte alla facciata del Duomo.
Pausa per il pranzo libero.

Nel pomeriggio visiteremo il complesso delle giocose case di Hundertwasser  (1985) e saliremo sulla collina dello Steinhof (il celebre ospedale psichiatrico viennese) per visitare una autentica perla della Secessione: la Chiesa di San Leopoldo, Kirche am Steinhof , di O. Wagner  (1904-07), vera summa delle possibilità artistiche del movimento (magnifiche vetrate di Koloman Moser ).

Rientro in Hotel prima della cena in ristorante. Pernottamento in Hotel.

 Domenica 5 aprile: Le straordinarie collezioni di arte austriaca del Belvedere. I capolavori di Klimt, Schiele e Kokoschka

Prima colazione in Hotel.
In mattinata visita del complesso della  reggia del Belvedere, costruito da Johann Lucas von Hildebrandt per il principe Eugenio di Savoia (1663–1736) e formato da due palazzi contrapposti, il Belvedere superiore (Oberes Belvedere) e il Belvedere inferiore (Unteres Belvedere), separati da una grande prospettiva di giardini alla francese digradanti sulla collina e affacciati sulla città (famose sono le vedute del Bellotto che ritraggono il luogo). Oggi il Belvedere ospita  la più importante collezione d’arte austriaca del mondo (Österreichische Galerie ), dal medioevo fino ai giorni nostri.
Il cuore della collezione “L’arte intorno al 1900″, esposta al Belvedere Superiore, è costituito dalla straordinaria raccolta dei dipinti di  Gustav Klimt. Tra le opere di maggior rilievo spiccano il Bacio (1907/08) e Giuditta (1901), nonché alcuni capolavori di  Egon Schiele, tra cui il Ritratto dell’editore Eduard Kosmack e La famiglia e dipinti di  Oskar Kokoschka. Figurano tra le opere più importanti del museo anche gli straordinari ritratti fisiognomici di Franz Xaver Messerschmidt (1736-83)  alcuni capolavori dell’impressionismo francese , nonché la più preziosa collezione del Biedermeier viennese. 

A conclusione delle visite, rientro in pullman in Hotel e tempo libero a disposizione.
Ritrovo in Hotel per il trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo delle ore 18.20 con arrivo previsto al Terminal 1 di Milano Malpensa alle ore 19.50.



Ritrovo:

Ore 9.00 al Terminal 1 dell’aeroporto di Milano Malpensa presso i banchi dell’Austrian Airlines.

Quota di partecipazione:

 Quota individuale di partecipazione con sistemazione in camera doppia:

minimo 20 partecipanti ………….…...........€ 1.160,00
minimo 15 partecipanti ………….…...........€ 1.260,00
supplemento camera doppia uso singola.€    240,00

assicurazione facoltativa annullamento viaggio
(da stipulare al versamentodell’acconto)………€ 50,00

Nota:

 La quota comprende:

- volo di linea Austrian Airlines;
- tasse aeroportuali quotate alla data del 24 settembre 2019 e soggette a verifica 20 giorni prima della partenza;
- assistenza culturale durante le visite (arch. Marco Maule);
- trasferimenti con bus privato come da programma;
- sistemazione nell’Hotel previsto con alloggio in camera doppia con servizi privati e trattamento di     pernottamento e prima colazione;
- 3 cene in ristorante con bevande;
- tassa di soggiorno locale;
- biglietto concerto della Wiener Symphoniker;
- sistema di microfonaggio;
- assicurazione R.C. obbligatoria e medico/bagaglio in corso di viaggio

La quota non comprende:

- mance ed extra di carattere personale;
- ingressi previsti in programma da pagare in loco in contanti (€100,00 a persona);
- altri pasti non indicati;
- tutto quanto non espressamente indicato in programma e ne “la quota comprende”;
- assicurazione annullamento facoltativa.

Operativo voli previsto

02/04/2020 MALPENSA / VIENNA 10.50-11.20

05/04/2020 VIENNA / MALPENSA 18.20-19.50

 

NB: Il programma potrebbe subire alcune modifiche non sostanziali: alcune delle visite, a discrezione dell'arch. Maule, che ci accompagnerà per l’intera durata del viaggio, se saranno ritenute di minore importanza, anche se indicate nel programma, potrebbero non essere fatte qualora il poco tempo a disposizione o la tempistica prolungata delle visite principali ne richiedessero l'eliminazione.
Viceversa, se la tempistica e le condizioni lo permettono, alcune visite potranno essere aggiunte. In ogni caso queste eventuali scelte non pregiudicheranno in alcun modo i contenuti culturali del viaggio, anzi saranno tese all’ottimizzazione e a un migliore godimento dell’itinerario (sia dal punto di vista artistico che paesaggistico).

Modalità di pagamento:

Iscrizioni e acconto: entro il 31 Ottobre 2019 acconto di € 200 per persona.
Saldo: entro il 10 Marzo 2020.
E’ possibile versare acconti e/o saldi presso la sede dell’Agenzia o tramite bonifico bancario intestato all’Agenzia

“LE 7 MERAVIGLIE della Italy International srl” c/o Banca Carige ag. 387 di Milano
IBAN: IT64X0617501617000000028520 (causale “Vienna ANISA”)